Una ricerca pubblicata a giugno 2012 su Pediatrics conferma che il continuo contatto con gli animali domestici nei primi mesi di vita riesce a stimolare il sistema immunitario nella lotta contro le infezioni, non solo contro le allergie.
La presenza di un gatto in famiglia può aiutare a dare un senso di responsabilità ai bambini fin da piccoli. I bambini che sono cresciuti con degli animali mostrano di essere maggiormente socievoli da adulti sia con le altre persone che con gli animali e tendono anche ad avere migliori capacità di comunicazione, oltre ad essere meno soggetti ad allergie da pelo e forfora. Sempre più frequentemente psicologici e psicoterapeuti suggeriscono di prendere un animale domestico come il gatto o il cane per i propri figli. Il gatto in particolar modo suggerito per bambini con scarsa autostima, che tendono ad isolarsi o che stanno affrontando un momento difficile della propria vita. Immedesimarsi in un cucciolo di gatto, li aiutera’ a prendersi cura si se’ stessi. I gatti Thai sono animali intelligenti, buoni e furbi. Sanno essere giocosi come scimmiette, sentono la sofferenza e la gioia e anche la rabbia e agiscono di conseguenza come se fossero piccoli angeli con la coda. Sono in grado di instaurare una relazione personale e sono fedeli come i cani. Ricordo un bambino che, a causa di conflitti famigliari, trattava male le persone che lo circondavano e le rifiutava per paura di essere rifiutato. Un giorno assistetti ad un suo scatto d’ira in cui caccio’ in malo modo un gatto che si era avvicinato a lui. Il gatto lo guardò qualche istante da lontano, rimase fermo a studiarlo, mentre il bambino lo guardava storto. Ad un certo punto, il gatto si avvicinò nuovamente facendo le fusa e guardandolo negli occhi, fece un dolce miagolio seguito da sonore fusa. Si strusciò sul il bambino che stupito mormorò a mezza voce: «Ma l’ho appena trattato male». Vero, ma il piccolo Thai aveva percepito la sofferenza dietro lo scatto d’ira. Col tempo il rapporto sano ed equilibrato instaurato con il gatto ha contribuito a migliorare anche i rapporti di quel bambino con la sua famiglia e con gli altri.